Blog: http://loumogghe.ilcannocchiale.it

Berlusconi dovrebbe resistere ancora un altro po' ... (per togliecelo dalle palle)

In vista del voto di sfiducia dello scorso 14 dicembre, in una delle 3 opzioni sugli scenari secondo me possibili, in quella che poi si è avverata scrissi così: l'Italia resterà ferma al palo di un governo di merda che fa poco, quello che fa lo fa male e che per giunta non avrà neanche più i numeri per agire per conto proprio. In compenso però, tempo al massimo un altro annetto e Berlusconi, a forza di ripetere stronzate in mondovisione su un Italia che va a meraviglia proprio mentre cola a picco, si suiciderà politicamente da solo (Qui il post in questione.) … il che tra l'altro è effettivamente quello che sta succedendo.
Ora a me dispiace dirlo ma paradossalmente auguro a questo governo di reggere almeno fino ad ottobre, in modo che per forza di cose non si potrà neanche più ipotizzare un voto anticipato prima dell'anno nuovo protraendo giocoforza questa nostra agonia … così facendo, siccome la situazione è obiettivamente pietosa e si respira proprio nell'aria che financo i berlusconiani cominciano a rendersi conto di questo disastro, si spera che alla prossima tornata elettorale focalizzino ancor meglio l'errore di voto fatto fino ad ora, si sveglino e agiscano di conseguenza. E mi auguro pure che il prossimo candidato del centro destra sia sempre Silvio Berlusconi, almeno così potrebbe essere la volta buona che ce lo togliamo davvero dalle palle definitivamente. [diversamente invece secondo me corriamo il rischio che la sua figura resti nell'aria ancora per un altro bel po' di tempo (anche se magari un po' più dietro le quinte)]
Qualcuno potrà dirmi: Ma allora tu ci vuoi davvero male per augurarti tutto ciò?!
La risposta è: NO! Anzi! … però siccome negli ultimi decenni il popolo italiano ha dimostrato a più riprese di essere veramente pieno di dementi nel compiere le proprie scelte politiche, voglio solo essere sicuro che già dalle prossime elezioni qualcosa possa cambiare.

Pubblicato il 24/7/2011 alle 19.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web