.
Annunci online



Berlusconi dovrebbe resistere ancora un altro po' ... (per togliecelo dalle palle)

In vista del voto di sfiducia dello scorso 14 dicembre, in una delle 3 opzioni sugli scenari secondo me possibili, in quella che poi si è avverata scrissi così: l'Italia resterà ferma al palo di un governo di merda che fa poco, quello che fa lo fa male e che per giunta non avrà neanche più i numeri per agire per conto proprio. In compenso però, tempo al massimo un altro annetto e Berlusconi, a forza di ripetere stronzate in mondovisione su un Italia che va a meraviglia proprio mentre cola a picco, si suiciderà politicamente da solo (Qui il post in questione.) … il che tra l'altro è effettivamente quello che sta succedendo.
Ora a me dispiace dirlo ma paradossalmente auguro a questo governo di reggere almeno fino ad ottobre, in modo che per forza di cose non si potrà neanche più ipotizzare un voto anticipato prima dell'anno nuovo protraendo giocoforza questa nostra agonia … così facendo, siccome la situazione è obiettivamente pietosa e si respira proprio nell'aria che financo i berlusconiani cominciano a rendersi conto di questo disastro, si spera che alla prossima tornata elettorale focalizzino ancor meglio l'errore di voto fatto fino ad ora, si sveglino e agiscano di conseguenza. E mi auguro pure che il prossimo candidato del centro destra sia sempre Silvio Berlusconi, almeno così potrebbe essere la volta buona che ce lo togliamo davvero dalle palle definitivamente. [diversamente invece secondo me corriamo il rischio che la sua figura resti nell'aria ancora per un altro bel po' di tempo (anche se magari un po' più dietro le quinte)]
Qualcuno potrà dirmi: Ma allora tu ci vuoi davvero male per augurarti tutto ciò?!
La risposta è: NO! Anzi! … però siccome negli ultimi decenni il popolo italiano ha dimostrato a più riprese di essere veramente pieno di dementi nel compiere le proprie scelte politiche, voglio solo essere sicuro che già dalle prossime elezioni qualcosa possa cambiare.


Se Berlusconi fosse un vero statista...

Se Berlusconi fosse un vero statista, se avesse un minimo di serietà, se avesse realmente a cuore il Paese, già da qualche giorno avrebbe dovuto dimettersi. In due anni la maggioranza pur avendo numeri bulgari è andata “sotto” svariate e svariate volte, molte più di quante non sia invece andato “sotto” il Governo Prodi … pur con i numeri risicati che aveva. Ebbene, anche qualora il 14 dicembre prossimo Berlusconi dovesse ri-ricevere la fiducia, si ritroverebbe per le mani un governo zoppo, costretto a barcamenarsi tra i diktat della Lega, i distinguo di FLI ed un’opposizione che, sebbene non troppo vigorosa nella sua azione di contrasto, potrebbe fare di volta in volta fronte comune con UDC e FLI e mandare di nuovo “sotto” la maggioranza: un governo incapace di governare.
Uno vero statista davanti a tali premesse non avrebbe avuto come suo unico scopo quello di “restare in sella” ma avrebbe rimesso il mandato nella mani del Presidente che, come vuole la nostra Carta Costituzionale, avrebbe avuto il compito di verificare l’esistenza in Parlamento di una maggioranza alternativa capace di assolvere i compiti a cui è preposta e, in caso contrario, di indire le elezioni.
… ed anche su quest’ultimo punto Berlusconi dimostra di non aver propriamente presenti i ruoli, i compiti ed i limiti delle varie figure istituzionali … visto che qualche giorno fa si è prodigato in un “perentorio suggerimento” riguardo lo scioglimento della sola Camera dei Deputati (quella a lui meno congeniale).


P.S. ma 2 anni fa a Napoli non avevano risolto tutto???

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi governo elezioni dimissioni

permalink | inviato da Lou Mogghe il 23/11/2010 alle 10:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


Le elezioni si avvicinano!

Sfumata l’ipotesi di elezioni entro dicembre (Silvio deve prima sistemare i suoi problemi con la giustizia) rimane invece più concreta la via primaverile.
La conferma di tutto ciò sarà fornita dal nuovo progressivo aumento nei nostri notiziari, nei nostri giornali, su internet, etc. etc. delle notizie riguardanti atti criminali commessi da extracomunitari che si realizzerà da ora per i prossimi mesi.
… che tradotto significa che i mass-media (oramai quasi tutti controllati più o meno direttamente dalla famiglia Berlusconi) prepareranno il terreno da seminare con uno dei sentimenti più cari (e remunerativi in termini elettorali) al centro-destra: l’intolleranza!
Instillare nelle persone la paura verso “il portatore insano di delinquenza” (extracomunitario) per poi erigersi a salvatori della Patria ed invocare la tolleranza zero verso gli immigrati che, a loro dire, vengono nel nostro paese appositamente per delinquere, cavalcando quell’infimo vissuto presente in buona parte del Paese*.
Dite che mi son fatto una grande “pippa mentale”?
Può essere … ma lo vedremo in primavera.


*(in quella parte che, per esempio, preferisce non sapere che in media avvengono 4 stupri al giorno il 94% dei quali commessi da nostri connazionali entro le mura domestiche)

Questo è un link utile a comprendere come preparano il terreno sul quale far fiorire l'intolleranza.


Il PDL ha perso!

Ok, queste elezioni sono andate male per il centro-sinistra e sono andate bene per la Lega Nord. Però paradossalmente il vero partito sconfitto è proprio uno di quelli che ancora oggi grida “vittoria!”: il PdL.
Se andiamo a guardare il dato nazionale infatti scopriamo una cosa interessante: il PdL si attesta circa al 28% [ed il PD al 27,4%]. Quindi, se da un lato continuiamo a scoprire un PD politicamente inerte che “non cresce e non cala”, dall’altro lato scopriamo un PdL che ha perso in un solo anno [rispetto alle europee 2009] ben il 7,3% del suo elettorato e ben il 9,3% se rapportato all’esito delle elezioni politiche del 2008.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd lega elezioni pdl

permalink | inviato da Lou Mogghe il 1/4/2010 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa