.
Annunci online



La misura del fallimento

Per avere un po’ una misura del fallimento del Governo nella gestione dell’emergenza post terremoto a L’Aquila, non occorre leggere "La Repubblica", "L’Unità", "Il Fatto", etc. e/o ascoltare Santoro, Floris, Serena Dandini, etc., basta vedere con quanta premura ed accortezza OGGI il Presidente Silvio Berlusconi evita di tornare sui luoghi del disastro intimorito dalle contestazioni che verrebbero riprese.
Tutti noi invece abbiamo ancora vive in mente le frequentiscappatelle” del Premier nell’immediato post terremoto … quando gli aquilani lo invocavano speranzosi, nell’auspicio di non esser lasciati da soli a fronteggiare un nemico invisibile ben più grande di loro … quando ancora c’era un bel conto di consensi popolari da riscuotere nell’erigersi a “salvatore della patria.”
Il tempo però è passato. Ad un anno di distanza molto poco è stato fatto … basta andare a leggersi le cifre dal sito ufficiale della Protezione Civile (che non mi risulta esser comunista) per rendersene conto … e non è un caso se alle scorse elezioni provinciali a L’Aquila città il centro-sinistra ha toccato il 60% dei consensi: segno che evidentemente gli aquilani (quelli che il terremoto lo hanno vissuto in prima persona) non hanno avuto riscontro del miracolo.


Per la cronaca, in base ai dati forniti dal sito della Protezione Civile, su una città di 72.935 abitanti censiti, ad un anno esatto dall’inizio dell’emergenza:
-17.703 sono stati sistemati nei MAP o nel progetto C.A.S.E.,
-7.332 sono alloggiati ancora negli alberghi sul litorale,
-circa 30.000 hanno provveduto a trovare autonomamente una sistemazione (in genere presso amici e/o parenti),
-circa 18.000 non hanno ancora sistemazione.
… e poi sono stati capaci anche di parlare di “esportazione del modello L’Aquila” dinanzi ad immani tragedie umane come quella di Haiti: loro che in un anno non sono ancora riusciti a sistemare tutti i 72.935 abitanti de L’Aquila, ora vorrebbero farci credere che questo “modello” sia esportabile ed in grado di sistemare 2.200.000 sfollati: hanno proprio la faccia come il culo.